Pagina:Isernia - Istoria di Benevento I.djvu/42

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 33 —

Caudini erano Benevento e Caudio1. Ma in Boiano aveano luogo le assemblee generali della confederazione sannita.

Per lungo ordine d’anni, che la storia è impotente a determinare, i Sanniti attesero quasi esclusivamente a volgere in meglio l’agricoltura e alla perfezione degli ordinamenti interni. E siccome non erano invasi dall’ambizione, nè molestati nei limiti della confederazione, così, dopo avere smesse certe usanze e forme religiose tutte proprie d’un età barbara, trassero vita tranquilla, ignari delle arti del lusso, e paghi d’un vivere parco e di leggi eque ed umane più che non davano i tempi.

I sacerdoti erano i ministri del culto pubblico, e i custodi ed interpetri delle leggi divine ed umane. Essi eran divisi in gerarchia, in cima alla quale era il pontefice eletto dal popolo. I Sanniti tributavano onori speciali a Marte Dio della guerra, e medesimamente a Giunone si tributavano grandi onori, come Dea generale delle nozze, e speciale favoritrice del Sannio, ove era invocata col nome di Hera. A Bacco del pari i Sanniti non erano meno larghi di onori, e molti templi a lui dedicaronsi; di cui uno acquistò assai celebrità in Boiano. A Giano altresì si rendeano divini onori, perchè credeasi essere stato il primo a insegnare al popolo l’agricoltura (Galanti, Saggio sulla storia degli antichi abitatori d’Italia). Anche Cerere, Vulcano, Venere, Ercole, Minerva, Giove erano divinità sannitiche, e la prima avea culto in Isernia, ove era invocata col nome di Dea Libera. Le mogli e le figlie dei sacerdoti, appo i Sanniti, reputavansi profetesse, consultavano gli oracoli, e davano responsi.

Niuna spanna di terra fu dai Sanniti lasciata incolta. Essi solean dire che la terra è un bene comune, di cui

  1. Molti autori, e forse i più, annoverano Benevento tra le città Irpine, e anzi la ritengono per la principale di tutte. Ma io mi attengo all’opinione del Micali e di Atto Vannucci, i quali stimano che Benevento appartenne sempre ai Sanniti Caudini.
Istoria di Benevento 3