Pagina:Itinerario per escursioni ed ascensioni alle più alte cime delle Alpi Apuane.djvu/37

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 35 —


in quei greppi di marmo alcune cavità così grandi da potervi posare appena la pianta del piede. Abbisogna sicurezza non comune di gambe, occhio che non paventi l’abisso, e attenzione grandissima; il bastone ferrato sarà di valido aiuto: è un fido amico che vi sorregge nei passi pericolosi.

Chi volesse avere un’idea di una bolgia infernale della Divina Commedia si avventuri a fare il Monte Vestito di notte; se poi un lume di luna rischiarerà quelle pareti di roccie, lo spettacolo si accrescerà di bellezza sublime, e potrebbe offrire il soggetto ad un paesista per una scena di streghe nel Macbeth. Da Renara in cima al Monte Vestito due ore. Di qui si va in un’ora e mezzo ad Arni per faggete e comodamente; chi tiene a destra, salendo al crinale e percorrendolo in linea di sud-ovest, può andare in cima al Monte Altissimo, e godersi uno spettacolo sorprendente! Dal Vestito all’Altissimo altre due ore, di qui si scende alle cave di Falcovaia e per il Cipollajo a Serravezza in 5 ore; o in due ore e mezzo a Levigliani chi voglia salire alla Pania della Croce, il Righi delle Alpi Apuane.