Pagina:Jeans - L'Universo Misterioso, 1932.djvu/105

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

materia e radiazione 105


tamente probabile che questa radiazione abbia la sua origine nel reale annichilimento di protoni e di elettroni.

Tuttavia la questione non è ancora chiusa e il punto di vista che io ho esposto non è universalmente accettato dai fisici.

Il prof. Millikan, in particolare, ha suggerito che la radiazione cosmica possa avere la sua origine dal processo di formazione di atomi pesanti da atomi più leggeri, e così interpreta questo fatto come una prova che «il creatore sia tuttora al lavoro». Per fare l’esempio più semplice, un atomo d’elio contiene esattamente quattro atomi d’idrogeno — cioè quattro elettroni e quattro protoni — ma la sua massa è solamente eguale a quella di 3.97 atomi d’idrogeno.

Così se quattro atomi d’idrogeno dovessero essere martellati insieme per formare un atomo d’elio, la massa superflua, corrispondente a 0,03 atomi d’idrogeno, prenderebbe la forma di radiazione, e potrebbe essere emesso un fotone con una massa eguale al 3 per cento della massa dell’atomo d’idrogeno.

Non possiamo dire che esso sarà proprio irradiato, perchè se quattro atomi d’idrogeno cadono insieme per formare un atomo d’elio, sembra probabile che il processo avvenga in stadi successivi, e così ne risulterebbe l’emissione d’un certo numero di piccoli fotoni anzichè di uno grande.

Però anche se tutta l’energia liberata formasse un