Pagina:Jeans - L'Universo Misterioso, 1932.djvu/41

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

il nuovo mondo della fisica moderna 43


sia l’atomo che, nell’anno che viene, sarà più colpito, o andrà nel posto più riscaldato, o no.

Eppure ciò non può essere perchè se i colpi o il calore possono disintegrare un atomo, potrebbero disintegrare anche l’altro 1999, e noi dovremmo essere in grado di ottenere la disintegrazione atomica soltanto per compressione o riscaldamento. Ogni fisico non crede che ciò sia possibile; ma piuttosto crede che ogni anno il fato batte alla porta d’un atomo tra i duemila di radio, e lo costringe a rompersi; questa è l’ipotesi della «disintegrazione spontanea» avanzata da Rutherford e da Soddy nel 1903.

La storia naturalmente si può ripetere, e un’altra volta ancora può trovarsi, alla luce d’una conoscenza più piena, un’apparente capricciosità della natura che sorga al di sopra dell’inevitabile operazione di causa ed effetto. Se noi parliamo in termini di probabilità nella vita ordinaria, noi diamo a divedere che la nostra conoscenza è incompleta; noi possiamo dire che sembra probabile che domani pioverà, mentre l’esperto metereologo, sapendo che una depressione va dall’Atlantico verso l’est, può predire con sicurezza che pioverà. Noi possiamo parlare di probabilità per un cavallo, mentre il proprietario sa che ha la gamba spezzata. Nella stessa maniera, l’appello della nuova fisica alla probabilità può semplicemente celare la sua ignoranza del vero meccanismo della natura.

Un esempio suggerirà come questo può essere.