Pagina:Kant - Geografia fisica, 1807, vol. 1.djvu/15

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

xix


biamenti insensibili procedendo lentamente, qualora essi nel corso di molti secoli divengono più gravi degli stessi cambiamenti violenti, non acquisteranno anch’eglino tal forza da produrre maggior cambiamento nell’essere vivente? oppure sarà questo l’uffizio dell’impulso naturale di formazione, o forse di una materia tremula che agisca sull’essere vivente, a norma di leggi costanti ed immutabili? in guisa che quando i veicoli e le forme esterne, sulle quali questa materia agisce, non saranno da qualche violenta rivoluzione trasformate, essa debba restar sempre la stessa? Le rivoluzioni della terra, col dare verosimilmente una nuova forma all’elettricità, hann’elleno forse cagionato ancora produzioni, e creazioni ognora affatto nuove?

Aristotile per giudicare sull’eternità della terra domanda, quale dei due esistesse prima; se la gallina o l’uovo? La parte animale della natura è coperta di oscurità anche maggiore. Lo spirito degli esseri viventi, come è egli entrato nella carne? Esistette esso prima, o fu, secondo Pla-