Pagina:Kant - Geografia fisica, 1807, vol. 1.djvu/19

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

xxiii


di chi viaggia molto diciamo; egli ha veduto il mondo. Ma la cognizione del mondo richiede più che il semplice viaggiare. Chi vuol trar profitto da’ viaggi deve farsi da prima un piano e possedere cognizioni. Egli deve sapere quali oggetti siano da esaminarsi, quali da cercarsi. La cognizione del mondo dev’essere un sistema, altramente non saremmo sicuri di aver abbracciato l’insieme, e nemmeno di ritenerlo in mente, poichè non dominiamo con lo sguardo tutto quello che sappiamo. Nel sistema il tutto è prima delle parti, nell’aggregato le parti sono le prime. Esso è l’idea architettonica, senza la quale la scienza non può fabbricarsi come per così dire una casa. Chi vuol fabbricare una casa deve farsi dapprima un’idea dell’insieme, dal quale poi si deducono tutte le parti. Tutta la descrizione del mondo e della terra, quando deve essere sistema, deve cominciare col globo, l’idea dell’insieme, e riportarsi sempre a questo.

Se la geografia fisica descrive nell’insieme le cose della natura, per quanto possiamo entrare in comunica-