Pagina:Kant - Geografia fisica, 1807, vol. 1.djvu/29

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

xxxiii


ove siamo nati, dobbiamo secondo le nostre mire acquistarci delle cognizioni geografiche. Quegli che ne è privo sarà indifferente anche alle notizie delle gazzette. Egli non ha un tutto a cui applicarle.

*Non vi è nazione nella quale l‘intelletto si esterni sì visibilmente nella classe comune, e dove il popolo basso sia sì generalmente istruito, e che sappia parlare tanto di cose dotte, come l’Inglese. Ciò nasce dalla quantità di cognizioni geografiche, sparse fra il popolo per mezzo di molti navigatori intorno al mondo, cosa la quale produce poi un gusto dominante per la lettura delle gazzette, delle quali l’operajo inglese legge certamente cinque fogli per settimana. Si prende l’Inglese propriamente per credulo; tale però non è per semplicità, ma perchè egli ha veduto tante cose forestiero e maravigliose, talchè a lui nulla più pare impossibile. I Peruviani per lo contrario erano limitatissimi nella loro intelligenza, ed accostavano alla bocca tutto quello che loro si dava, poichè