Pagina:Kant - Geografia fisica, 1807, vol. 1.djvu/336

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
304


ed il massimo calore non è capace di svaporarlo, e portarlo ad un’altezza considerabile. Dunque alzandosi il sale coll’acqua, ne nasce una separazione, cioè, le particelle di acqua si attaccano all’aria, e le particelle di sale ricadono. Questa separazione è la cagione del fistìo, siccome il tuono sotterraneo che vi si sente è prodotto dalla separazione violenta dell’aria dalla massa dell’acqua: se deboli movimenti interni sono sufficienti a separare dall’acqua l’aria scomposta in essa, quanto più deve ciò aver luogo nel movimento violento cagionato da una tromba? Dove l’acqua nel fiume per una qualche resistenza è necessitata di dividere alcune particelle dal volume totale, sviluppasi l’aria accompagnata incessantemente da strepito. Il mantice ad acqua, del quale spesso si fa uso nelle miniere per la fusione dei metalli, ci può servire di esempio: esso consiste in un tubo di 20 piedi di altezza circa, nel mezzo del quale l’acqua precipitandosi cade sopra una pietra, il di cui margine, vicino all’altezza dell’acqua che risalta in dietro, è fornito sul fianco di un altro tubo stretto, pel quale passa la quantità dell‘aria, che con grande strepito si divide