Pagina:Kant - Geografia fisica, 1807, vol. 1.djvu/345

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

313


ma siccome accadono per lo più sul mare, ed i turbini stessi sembrano nascere sul mare, e poco s’avanzano sulla terra ferma, abbiamo creduto poterne far menzione in questo articolo. Mi sia permesso di aggiungere ancora alcune brevi ma particolari descrizioni di turbini, de’ quali non avrò però bisogno di spiegarne i fenomeni.

Nelle memorie dell’Accademia reale delle Scienze di Stokolm descrive Rabe un turbine, al quale 10 giorni prima precedette una tromba. Ecco le sue parole „Nel 1746 ai 17 di agosto vidi presso Nystndt (in Laland) sopra il mare una lunga colonna bianca, ovvero cilindro di due aune di diametro circa, pendente da una nuvola oscura e densa, quasi 20 aune di altezza sopra il livello del mare. La parte inferiore di questa colonna parve tirare in alto l’acqua marina, che formò quasi un cilindro piccolo sotto il superiore. Dopo che l’acqua era montata spiralmente in aria, producendo della schiuma bianca, ricadde sui fianchi con grande strepito, simile ad una caduta di acqua. La colonna di acqua seguì la colonna nuvolosa in tutte le direzioni per dove il vento la cacciò, finchè ambedue spa-