Pagina:Kant - Geografia fisica, 1807, vol. 1.djvu/365

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

333


fino all’Isola di Seeland. Quivi si ristringe moltissimo, per via della quantità delle isole che ad esso si oppongono, e forma tre stretti che in parte sono ancora coperti da isolette, e che alla Danimarca danno la chiave del Baltico per i due stretti fra i quali è posta. L’Oresund, fra l’isola Seeland e la Svezia, è lo stretto principale, poichè è il più profondo, il più largo ed il più frequentato; esso è lungo 9 miglia danesi, e presso Helsingoer, largo 1331 braccia o un mezzo miglio circa. l vascelli che vi passano sono contati quando entrano e quando escono, ma una volta sola vi pagano il dazio. Nel 1770 vi passarono 7736 vascelli che pagarono 950890 scudi di dazio, e nel 1778 si contarono 8.386 vascelli. Il grande Belt, che divide Seeland da Funen, è largo 4 miglia presto Nyehorg, ove i vascelli si arrestano davanti il Dazio; ed il Piccolo Belt, che divide Funen da Jütland, è largo appena un quarto di miglio presso Frdericia, ove si nega il dazio. Dietro queste isole giace il grande mare baltico, ovvero mare dell’est, il quale si può considerare piuttosto come un mare mediterraneo, che come un seno del mare del nord. Il mare baltico è di