Pagina:L'Anticristo.djvu/56

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 57 —

bia sempre bisogno del sacerdote. — Abbasso i medici! «Un Salvatore è quel che manca». — L’idea di fallo e di castigo, compresa in essa la dottrina della «grazia», della «salvazione», del «perdono» — menzogne senza alcuna realtà psicologica, — sono state inventate per distruggere nell’uomo il «senso delle cause»: sono l’attentato contro l’idea di causa ed effetto. E questo «non» è un attentato col pugno, col coltello, con la franchezza nell’odio e nell’amore! No, chè procede dagli istinti più vili, più perfidi, più bassi. «Attentati» di sacerdoti! Attentati di «parassiti!» Il vampirismo di sanguisughe pallide e sotterranee!... Se le conseguenze naturali di un atto non sono naturali, se non si immaginano provocate dai fantasmi della superstizione, da «Dio», «spirito», «animo», come conseguenze puramente «morali», come ricompensa, pena, avvertimento, mezzo di educazione, — gli è che la condizione prima della conoscenza è distrutta; «gli è che si e commesso il più grave delitto contro l’umanità.» Il peccato, diciamolo ancora una volta, questa forma di polluzione dell’umanità «par excellence», è stato inventato per rendere impossibile la scienza, la coltura, ogni elevazione ed ogni nobiltà dell’uomo; il sacerdote «regna» per l’invenzione del peccato.


L.


Non posso qui trascurare una psicologia della «fede» e dei «credenti» a favore dei «credenti» medesimi. Se c’è ancora qualcuno che ignora fino a qual punto è «indecoroso» esser «credente» — «ovvero» quale sintomo sia di «décadence» enorme e di volontà priva di vita — lo saprà domani. La mia voce raggiunge fin quelli che odono male. Sembra esistere tra i cristiani, se ho ben compreso, una specie di criterio di verità che si chiama «prova di forza». «La fede salva; quindi è vera». Si potrebbe obbiettare subito che la salvazione che deve venire non è dimostrata, ma solamente «promessa»: la salvazione è legata alla condizione di «fede»; si «deve» esser salvo poichè si crede... Ma come dimostrare ciò che il sacerdote promette al credente, questo «al di là» che sfugge ad ogni prova? La pretesa «prova di forza» non è in fondo altro che una credenza nella realizzazione di ciò che promette la fede. In formula: «Credo che la