Pagina:L'aes grave del Museo Kircheriano.djvu/51

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

DESCRIZIONE 35

ne di faccia: sotto al collo le palle delle oncie. )( Astro a sei raggi, tra i quali è ripetuto il segno del valore. Questa moneta é presa dalla publicazione fattane dal Pinder in Berlino nel 1834: nel disegno dell’editore ne è sembrato di vedervi mancare una palla; perciò ci siamo presi il capriccioso arbitrio di mutare in triente quel quadrante.

N. 8. Quadrante, Caduceo e su la destra le palle delle tre oncie. )( Ruota a sei raggi quasi della stessa forma di quella che è nel rovescio del triente n. 4. di questa stessa tavola: tra i raggi è ripetuto il segno del quadrante.

N.9. 10. 11. A. Quadrante. Simbolo incerto: le palle del quadrante disposte in due diversi modi: )( Altro a sedici raggi. Siamo obligati a dichiarare incerto il simbolo del diritto, sì perchè l’identità de’ due rovesci vorrebbe far credere alla nostra ragione che sieno identici anche i tre diritti, sì perchè non sappiamo, se rappresenti una conchiglia del genere delle bulle per la somiglianza che corre tra il simbolo del diritto del n. 10 e la bulla disegnata sotto la lettera A, o piutosto una conocchia od altro arnese, come pare ne accerti il diritto del n. 11. L’incertezza nasce dalla mancanza in che ci troviamo d’un buon esemplare.

Tavola IV.

A


N. 1. Oncia. Non è facile il dichiarare ciò che questa moneta rappresenti nelle sue impronte: il solo segno dell’oncia quivi è discernibile.

N. 2. Monetina che non è forse che una semoncia con lucertola nel diritto e mezzaluna nel rovescio.

N. 3. Semoncia forse. Lancia fuori della sua asta. )( Grappolo d’uva.

N. 4. Moneta d’ignoto valore publicata dal Passeri ne’ Paralipomeni aggiunti all’Etruria Regale del Dempstero e conservata in questo medagliere nella forma piccolissima del n. 5. Due mezzelune con la curvatura al centro e l’estremità all’orlo della moneta: nel vuoto delle curvature due astri ad otto raggi: l’estremità del campo pare abbassato a maniera d’esergo. )( Entro un cerchio due fanciulli in piedi, con una mano stesa scambievolmente sopra le spalle, simboleggiano la costellazione de’ gemelli che è nel diritto.

N. 6. Oncia. Testa d’un qualche eroe rivolta a sinistra con dietro la palla dell’oncia. )( Due aste s’incrociano nel centro del campo.

N. 7. Non può determinarsi né il valore ne l’imagine scolpita su le due faccie di questa moneta. Noi la publichiamo qui con quella del n. 1. ed altre ancora, perchè coloro che ne posseggono migliori esemplari li facciano conoscere agli amatori di questi studj.

B


N. 1. 2. 3. Trienti e quadrante della forma di mezza amandola, come abbiamo studiato di far conoscere nel disegno. Su la prima faccia laterale un granchio, su la seconda un uccello, su la terza, che serve al picciol