Pagina:L'astronomo Giuseppe Piazzi.djvu/37

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
28 SUA PRIMA ETÀ.

sciar presentire il futuro luminare, ch’e’ fu, della scienza astronomica. Ma quell’indole sua lenta e scabra in apprendere, se non poteva a lungo nascondere il suo spirito arguto e vivace e l’ingegno penetrante e

    della gioventù studiosa, dove anche le Società filarmonica e filodrammatica offrono piacevoli ed utili ricreazioni. Nel 1867 venne formata una compagnia di pompieri, e nel 1868 per cura di privata società fu costruito un bersaglio. Discretamente regolari sono le contrade, e diverse abitazioni si distinguono per ricchezza, vastità ed eleganza, quali sono quelle dei Piazzi, dei Guicciardi, dei Quadrio, ecc.
    Di opere di beneficenza evvi una congregazione di carità, eretta in corpo morale nell’anno 1827, e che ha per iscopo di dare soccorso agl’infermi poveri a domicilio. Nell’anno 1861 ebbe una rendita complessiva lorda di 1646 lire; e provvede annualmente a circa 360 persone. Il suo stato patrimoniale ascende a circa 39,000 lire: avvi anche un monte grano, ed in uno dei suoi locali si ammirano sulla volta fra le lunette le pitture che rappresentano le sibille, e si credono opera del Ferrari. Vi si tiene fiera nei giorni 25 marzo, 15 agosto e 9 settembre.
    A Ponte ebbe i natali l’erudito ed arguto Saverio Quadrio (1695-1756). Scrisse moltissimo; e tra le sue opere vanno ricordate la Storia e ragione d’ogni poesia, e la Dissertazione della Rezia di qua dalle Alpi. Vi nacque pure Giuseppe Piazzi..... La famiglia Guicciardi si rese celebre nelle rivoluzioni della Valtellina del 1621: e nel 1797 Diego Guicciardi contribuì a staccare quest’alpina regione dai Grigioni.
    Aggiungiamo che nel 1869 a’ 12 di agosto nell’atrio dell’aula comunale veniva eretto al teologo Guicciardi un elegante monu-