Pagina:L'edera (dramma).djvu/147

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

so, a serbarmi muta come le pietre.... avete rivelato a Prete Virdis il mio nascondiglio?

fuori di sè.

Giuda!... Giuda!

Prete Virdis

interrompendo la sua preghiera, e col rosario in mano, si avanza e dice con severità:


Annesa!

Annesa rimane come annichilita alla sua vista.


Io dissi a zio Castigu: «Darei dieci anni della mia vita per parlare ad Annesa.... Essa sola può esser in grado di salvare i suoi benefattori... Il loro destino è nelle sue mani.... come un giocattolo in quelle di un fanciullo!»

Castigu.

Annesa, figlia del Signore, ascolta la parola di due uomini onesti.... Noi non vogliamo incominciare, già vecchi, a mal fare.... perseguitando una disgraziata senza difesa.... Qual è dunque il nostro scopo.... se non quello che dev’essere il tuo?... Bisogna salvarli, Annesa!... Bisogna salvarli!

Annesa comprende che il Vecchio dice bene, e piange.


Nessuno, del resto, può obbligarti a fare ciò


— 137 —