Pagina:L'edera (dramma).djvu/96

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


Annesa

inferocita.

Che dite, voi?

Zio Zua.

Dico che faresti meglio a non pensar a lui, che non pensa a te... Mi lasci soffocare...

Annesa.

minacciosa, delirante.

Tacete, vecchio malvagio!... Tacete!...o io...

correndo verso il letto.

Zio Zua

cercando di sollevarsi e non potendo.


Ajuto!

è preso da un nuovo accesso di tosse: — spaventato, tremante, continua a gridare, tossendo.


Soccorso!

Annesa

retrocede spaventata, e continua a intimargli col gesto di tacere; ma il Vecchio continua. — Essa allora, come pazza, afferra la coperta che è sul canapè, si precipita verso il letto e getta la coperta sul capo di Zio Zua, premendogliela con le mani sulla bocca, come invasa da una frenesia nervosa.



— 86 —