Pagina:L'edera (dramma).djvu/98

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

perta del medesimo lettuccio. — In questa, si bussa a sinistra. — Annesa trasalisce e si volge verso la comune.



SCENA OTTAVA.

Zio Zua, morto; Annesa; Paulu, dentro; poi, fuori.


Paulu

dall’interno.

Annesa, Annesa!

Annesa

sempre convulsa, ma con impeto di gioja, va per aprire esclamando:


Paulu!

ritornando al sentimento della realtà, si ferma, si guarda intorno disperatamente, non sapendo che cosa fare.


Paulu

c. s.

Annesa, che fai?... Apri, dunque!


— 88 —