Pagina:La Cicceide legittima.djvu/34

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

27

La Cometa apparsa in segno di Vergine
l’anno 1682
. A D. Ciccio.

lii.

QUella coda, che Giove ha sguainata
 Per deflorar la Vergine Celeste:
     D. Ciccio mio, varie contese ha deste
     4Quà giù fra l’Astrologica brigata:
Altrui vuol, che da lei sia minacciata
     La Guerra, altri la Fame, altri la Peste,
     Altri vuol, che di morte a regie teste
     8La sentenza fatal venga intimata.
Ma io, che son Astrologo alla moda,
     Stimo, che fra sì varie opinioni,
     11Questa sia la veridica, e la soda,
Cioè, che l’alte sue cominazioni
     Cadan sopra di te; perchè la coda
     14Sempre vien a cader sovra i C....


Nel medesimo Soggetto.

liii.

QUella, che di lassù stella crinita
 Vibra, D. Ciccio mio, raggi fatali,
     O quai sciagure a regie teste, o quali
     4Infausti eventi a lor corone addita?
Di Bisanzio infedel l’empio Meschita
     Già ne teme gl’influssi, e già d’uguali
     Spaventi inorridiscono i reali
     8Sogli tutti d’Europa egra, e smarrita.
Ma, se queste malefiche impressioni
     Son use a scaricar gl’influssi rei
     11Su i più gran Re, per vedovarne i troni;
Quella, ch’or vediam, temo, che intuoni
     L’esterminio a te solo: a te che sei
     14Gran Monarca de’ Matti, e de C....




B4 Con-