Pagina:La Cicceide legittima.djvu/74

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

67

D. Ciccio disse, che ’l Sig. Cardinale N. ne’ suoi nuovi negozj più gravi si riposava tutto sopra di lui.

cxxxi.

D. Ciccio l’altro giorno in un congresso
     Di molti Curiali esagerava,
     Che un Cardinal suo Paesan l’amava,
     4Per le sue qualità, più di se stesso:
E che per questo amor grande in eccesso
     Ne’ gravissimi affar, che gli appoggiava
     Tutto sopra di lui si riposava,
     8Certo così d’un ottimo successo.
Ciascun a tal proposto il ghigno mosse,
     Come che quelle sue proposizioni
     11Fosser fandonie insussistenti, e grosse;
E pur v’eran per lui buone ragioni;
     Poichè per verità le teste rosse
     14Son usate a riposar sopra i C....


La Perrucca.

cxxxii.

POrtan l’ultime lettere di Lucca,
     Che per malignità di morbo acuto
     Era tutto a D. Ciccio il crin caduto
     4Dal cranio anterior sino a la nucca,
E ch’egli poi per rendere a la zucca
     Il cappellare onor, ch’avea perduto,
     Consigliato da l’uno, era venuto
     8Al rimedio commun de la perrucca.
Ma faccia quanto vuol, che ’l Popolazzo
     Solito spesso a prender l’occasione
     11Di fargli alcun ridicolo strapazzo
Dirà, che l’altro dì, se per ragione
     De l’esser calvo avea testa di C....
     14Oggi col pelo ha faccia di C....