Pagina:La Cicceide legittima.djvu/81

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
74

D. Ciccio infermo di mal di Sciatica.

cxlv.

IN somma le disgrazie in questo Mondo
     Van sempre a coppia, come i Gesuiti,
     E gli uomini quaggiù non anche usciti
     4Da un primo scoglio incontrano il secondo.
Ben D. Ciccio il può dir, che moribondo
     Soffria dianzi ne’ piè crucj infiniti,
     Ed or con morsi acerbi, e incrudeliti
     8L’ange un dolor di Sciatica profondo.
Questa sorte di male è intanto appresa
     Per impropria in D. Ciccio, e le persone
     11Nol pon creder soggetto a tale offesa,
Essendo cosa inver d’ammirazione,
     Nè mai più da verun vista, od intesa,
     14Che la Sciatica vada in un C....


A D. Ciccio infermo vien proposto l’acqua de’ Bagni.

cxlvi.

LAngue a letto D. Ciccio, e una penosa
     Rilassazion di stomaco vel tiene:
     S’ange, smania, e sospira, e senza posa
     4Or de’ fianchi si lagna, or delle rene:
Quindi lo stuol de’ Medici, che viene
     Due volte il giorno a esaminar la cosa,
     Propon l’acqua de’ Bagni, e la sostiene
     8Per tale infermità miracolosa.
Il Breni anch’ei col senso di costoro
     La tien per salutifera, e presume
     11Così ridurlo al pristino decoro;
Che, se spruzzati son da fonte, o fiume,
     Di ritornare al primo stato loro
     14I C.... rilassati han per costume.