Pagina:La Sacra Bibbia (Diodati 1885).djvu/131

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
per la Dedicazione NUMERI, 7. del Tabernacolo.
lo di Suar, capo d’Issacar, offerse la sua offerta;

19  Che fu: un piattel d’argento, di peso di centrenta sicli; un nappo di argento, di settanta sicli, a siclo di Santuario; amendue pieni di fior di farina, stemperata con olio, per offerta di panatica;

20  Un turibolo d’oro, di dieci sicli, pien di profumo;

21  Un giovenco, un montone, un agnello di un anno, per olocausto;

22  Un becco, per sacrificio per lo peccato:

23  E, per sacrificio da render grazie, un par di buoi, cinque montoni, cinque becchi, e cinque agnelli di un anno. Questa fu l’offerta di Natanael, figliuolo di Suar.

24  Il terzo giorno, Eliab, figliuolo di Helon, capo de’ figliuoli di Zabulon, offerse la sua offerta;

25  Che fu: un piattel di argento, di peso di centrenta sicli; un nappo di argento, di settanta sicli, a siclo di Santuario; amendue pieni di fior di farina, stemperata con olio, per offerta di panatica;

26  Un turibolo d’oro, di dieci sicli, pien di profumo;

27  Un giovenco, un montone, un agnello di un anno, per olocausto;

28  Un becco, per sacrificio per lo peccato:

29  E, per sacrificio da render grazie, un par di buoi, cinque montoni, cinque becchi, e cinque agnelli di un anno. Questa fu l’offerta di Eliab, figliuolo di Helon.

30  Il quarto giorno, Elisur, figliuolo di Sedeur, capo de’ figliuoli di Ruben, offerse la sua offerta;

31  Che fu: un piattel di argento, di peso di centrenta sicli; un nappo di argento, di settanta sicli, a siclo di Santuario; amendue pieni di fior di farina, stemperata con olio, per offerta di panatica;

32  Un turibolo d’oro, di dieci sicli, pien di profumo;

33  Un giovenco, un montone, un agnello di un anno, per olocausto;

34  Un becco, per sacrificio per lo peccato:

35  E, per sacrificio da render grazie, un par di buoi, cinque montoni, cinque becchi, e cinque agnelli di un anno. Questa fu l’offerta di Elisur, figliuolo di Sedeur.

36  Il quinto giorno, Selumiel, figliuolo di Surisaddai, capo de’ figliuoli di Simeone, offerse la sua offerta;

37  Che fu: un piattel di argento, di peso di centrenta sicli; un nappo di argento, di settanta sicli, a siclo di Santuario; amendue pieni di fior di farina,
stemperata con olio, per offerta di panatica;

38  Un turibolo d’oro, di dieci sicli, pien di profumo;

39  Un giovenco, un montone, un agnello di un anno, per olocausto;

40  En becco, per sacrificio per lo peccato:

41  E, per sacrificio da render grazie, un par di buoi, cinque montoni, cinque becchi, e cinque agnelli di un anno. Questa fu l’offerta di Selumiel, figliuolo di Surisaddai.

42  Il sesto giorno, Eliasaf, figliuolo di Deuel, capo de’ figliuoli di Gad, offerse la sua offerta;

43  Che fu: un piattel di argento, di peso di centrenta sicli; un nappo di argento, di settanta sicli, a siclo di Santuario; amendue pieni di fior di farina, stemperata con olio, per offerta di panatica;

44  Un turibolo d’oro di dieci sicli, pien di profumo;

45  Un giovenco, un montone, un agnello di un anno, per olocausto;

46  Un becco, per sacrificio per lo peccato:

47  E, per sacrificio da render grazie, un par di buoi, cinque montoni, cinque becchi, e cinque agnelli di un anno. Questa fu l’offerta di Eliasaf, figliuolo di Deuel.

48  Il settimo giorno, Elisama, figliuolo di Ammiud, capo de’ figliuoli di Efraim, offerse la sua offerta;

49  Che fu: un piattel di argento, di peso di centrenta sicli; un nappo di argento, di settanta sicli, a siclo di Santuario; amendue pieni di fior di farina, stemperata con olio, per offerta di panatica;

50  Un turibolo d’oro, di dieci sicli, pien di profumo;

51  Un giovenco, un montone, un agnello di un anno, per olocausto;

52  Un becco, per sacrificio per lo peccato:

53  U, per sacrificio da render grazie, un par di buoi, cinque montoni, cinque becchi, e cinque agnelli di un anno. Questa fu l’offerta di Elisama, figliuolo di Ammiud.

54  L’ottavo giorno, Gamliel, figliuolo di Pedasur, capo de’ figliuoli di Manasse, offerse la sua offerta;

55  Che fu: un piattel di argento, di peso di centrenta sicli; un nappo di argento, di settanta sicli, a siclo di Santuario; amendue pieni di fior di farina, stemperata con olio, per offerta di panatica;

56  Un turibolo d’oro, di dieci sicli, pien di profumo;

57  Un giovenco, un montone, un agnello di un anno, per olocausto;


123