Pagina:La Sacra Bibbia (Diodati 1885).djvu/254

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Il miracolo di Samuele. 1 SAMUELE, 13. Il peccato di Saulle
gnerà sopra noi; benchè il Signore Iddio vostro fosse vostro re1.

13  Ora dunque, ecco il re che voi avete scelto, il quale avete chiesto; ed ecco, il Signore ha costituito un re sopra voi.

14  Se voi temete il Signore e gli servite, e ubbidite alla sua voce, e non siete ribelli alla bocca del Signore; e voi, e il vostro re, che regna sopra voi, sarete dietro al Signore Iddio vostro.

15  Ma, se voi non ubbidite alla voce del Signore, e siete ribelli alla sua bocca, la mano del Signore sarà contro a voi, come è stata contro a’ vostri padri2.

16  Fermatevi pure al presente ancora, e vedete questa gran cosa che il Signore farà davanti agli occhi vostri.

17  Non è egli oggi la ricolta de’ grani? io griderò al Signore, ed egli farà tonare e piovere3; acciocchè sappiate, e veggiate che il male, il qual voi avete commesso davanti al Signore, chiedendovi un re, è grande.

18  Samuele adunque gridò al Signore; e il Signore fece tonare e piovere in quel giorno4; laonde tutto il popolo temette grandemente il Signore e Samuele.

19  E tutto il popolo disse a Samuele: Prega il Signore Iddio tuo per li tuoi servitori5, che noi non muoiamo; perciocchè noi abbiamo sopraggiunto a tutti i nostri peccati questo male, d’averci chiesto un re.

20  E Samuele disse al popolo: Non temiate; voi avete commesso tutto questo male; ma pur non vi rivolgete indietro dal Signore, anzi servite al Signore con tutto il cuor vostro.

21  Non vi rivolgete pure indietro; perciocchè voi andreste dietro a cose vane, le quali non possono giovare, nè liberare; perciocchè son cose vane.

22  Imperocchè il Signore, per amor del suo gran Nome, non abbandonerà il suo popolo; conciossiachè sia piaciuto al Signore farvi suo popolo6.

23  Tolga anche da me Iddio, che io pecchi contro al Signore, e che io resti di pregar per voi7; anzi, io vi ammaestrerò nella buona e diritta via.

24  Sol temete il Signore8, e servitegli in verità, con tutto il cuor vostro; perciocchè, guardate le gran cose ch’egli ha operate inverso voi.

25  Ma, se pur voi vi portate malvagiamente, e voi e il vostro re perirete9.


Invasione dei Filistei―Peccato di Saulle.

13  SAULLE avea regnato un anno, quando queste cose avvennero; e poi, dopo aver regnato due anni sopra Israele;

2  Scelse tremila uomini d’Israele; de’ quali duemila stettero con lui in Micmas, e nel monte di Betel, e mille con Gionatan, in Ghibea di Beniamino; e rimandò il rimanente del popolo, ciascuno alle sue stanze.

3  E Gionatan percosse la guernigione de’ Filistei ch’era nel colle; e i Filistei l’intesero. E Saulle fece sonar la tromba per tutto il paese, dicendo: Odano gli Ebrei.

4  E tutto Israele udì dire: Saulle ha percossa la guernigione de’ Filistei, ed anche Israele è diventato abbominevole fra i Filistei. E il popolo fu adunato a grida in Ghilgal, per seguitare Saulle.

5  I Filistei si adunarono anch’essi per guerreggiare contro ad Israele, avendo trentamila carri, e seimila cavalieri, e della gente in moltitudine, come la rena che è in sul lito del mare. E salirono, e si accamparono in Micmas, verso l’Oriente di Bet-aven.

6  Ora gl’Israeliti, veggendosi distretti, perciocchè il popolo era oppressato, si nascosero nelle spelonche, e per li greppi de’ monti, e nelle rupi, e nelle rocche, e nelle grotte.

7  E gli altri Ebrei passarono di là dal Giordano al paese di Gad e di Galaad. E Saulle non si moveva di Ghilgal, e tutto il popolo che lo seguitava era impaurito.

8  Ed egli aspettò sette giorni, secondo il termine posto da Samuele10; e Samuele non veniva in Ghilgal; laonde il popolo si dispergeva d’appresso a Saulle.

9  Allora Saulle disse: Adducetemi l’olocausto, e i sacrificii da render grazie. Ed egli offerse l’olocausto.

10  E, come egli forniva d’offerir l’olocausto, ecco, Samuele arrivò; e Saulle gli uscì incontro, per salutarlo.

11  Ma Samuele gli disse: Che hai fatto? E Saulle gli rispose: Perciocchè io vedeva che il popolo si dispergeva d’appresso a me, e che tu non venivi al termine posto de’ giorni, e che i Filistei erano adunati in Micmas;

12  Io dissi: I Filistei verranno ora contro a me in Ghilgal, ed io non ho supplicato al Signore; laonde, dopo essermi rattenuto quant’ho potuto, io ho offerto l’olocausto.

13  Allora Samuele disse a Saulle: Tu hai follemente fatto, non avendo osservato il comandamento del Signore Iddio tuo, il quale egli ti avea dato; perciocchè il Signore avrebbe ora stabilito il tuo regno sopra Israele, in perpetuo.

14  Ma ora il tuo regno non sarà stabile11; il Signore s’è cercato un uomo secondo

  1. Giud. 8. 23. 1 Sam. 8. 7; 10. 19
  2. Lev. 26. 14, ecc. Deut. 28. 15, ecc.
  3. Prov. 26. 1.
  4. Gios. 10. 12.
  5. Giac. 5. 15, ecc.
  6. Deut. 14. 2. Mal. 1. 2.
  7. Rom. 1. 9. Col. 1. 9.
  8. Eccles. 12. 15.
  9. Deut. 28. 36.
  10. 1 Sam. 10. 8.
  11. 1 Sam. 15. 28.

246