Pagina:La Sacra Bibbia (Diodati 1885).djvu/955

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Doveri domesiicl. FILIPPESI, 1. JJ armatura di Dio. 32 Questo mistero e grande; or io dico, a riguardo di Cristo, e della chiesa. 33 Ma, ciascun di voi cosi ami la sua moglie, come se stesso; e altresi la moglie riverisca il marito. a FIGLIUOLI, ubbiditenel Signore a’ ^ vostri padri e madii *, perciocche ci6 e giusto. 2 Onora tuo padre, e tua madre (che h il primo comandamento con promessa;) 3 Acciocch^ ti sia bene, e che tu sii di lunga vita sopra la terra ^. 4 E voi, padri, non provocate ad ira i vostri figliuoli; maallevateli in disciplina, e ammonizion del Signore*’. 5 Servi, ubbidite a’ vostri signori secondo la carne, con timore, e tremore, nella semplicita del cuor vostro, come a Cristo ’^. 6 Non servendo all’occhio, come, per piacere agli uomini; ma, come servi di C’risto, facendo il voler di Dio d’animo. 7 Servendo con benivoglienza, come a Cristo, e non come agli uomini. 8 Sapendo che nel bene che ciascuno, o servo, o franco ch’egli sia, avra f atto, egli ne riceverk la retribuzion dal Signore. 9 E voi, signori, fate par pari inverso loro", rallentando le mmaccej sapendo che il Signore, e vostro, e loro, e ne cieli; 6 che appo lui non v’e riguardo alia qualithL delle personc. V urinal lira di Dio. 10 Nel rimanente, fratelli miei, fortificatevi nel Signore, e nella forza della sua possanza. 11 Vestite tutta l’armatura di Dio, per poter dimorar ritti, e fermi contro alle insidie del diavolo. 12 Conciossiache noi non abbiamo il combattimento contro a sangue e carne; ma contro a’ principati, contro alle podestk, contro a’ rettori del mondo, e delle tenebre di questo secolo, contro agli spiriti maligni, ne’ hioghi celcsti/. 13 Perci6, prendete tutta l’armatura di Dio-, acciocche possiate contrastare nel giorno malvagio; e dopo aver compiuta ogni cosa, restar ritti in pie. 14 Presentatevi adunque al combattimento, cinti di verita intonio a’ lombi, e vestiti dell’usbergo della giustizia ’; 15 E avendo i piedi calzati della preparazione dell’evangelo della pace ’. 16 Sopra tutto, prendendo lo scudo della fede’", col quale possiate spegnere tutti i dardi infocati del maligno. 17 Pigliate ancora l’elmo della salute; e la spada dello Spirito, che e la parola di Dio". 18 Orando in ogni tempo, con ogni maniera di preghiera, e supplicazione, in Ispirito; e a questo stesso vegliando, con ogni perseveranza, ed orazione per tutti i santi. 19 E per me ancora, acciocchfe mi sia data parola con apertura di bocca", per far conoscere con liberta il misterio dell’evangelo. 20 Per lo quale io sono ambasciatore^^ in catena ^; acciocche in quello io mi porti francamente, come mi convien parlare. Tichico portatore delV epistola — Salutifinali. 21 Or acciocche ancora voi sappiate lo stato niio, e cio che io fo, Tichico, il caro fratello, e fedel ministro nel Signore, vi fara assapere il tutto. 22 II quale io ho mandato a voi a questo stesso fine, acciocche voi sappiate lo stato nostro, e ch’egli consoli i cuori vostri. 23 Pace a’ fratelli, e carita con fede, da Dio Padre, e dal Signor Gesii Cristo. 24 La grazia sia con tutti quelli che amano il Signor nostro Gesu Cristo, in purita incorruttibilc. Amen. EPISTOLA DI S. PAOLO APOSTOLO A’ FILIPPESI. Sopraserltta e galutl. 1 PAOLO, e Timoteo, servitori di Gesu ■*■ Cristo, a tutti i santi in CJristo (jlesu, che sono in Filippi, co’ vescovi ediaconi; 2 Grazia a voi e pace, da Dio nostro Padre, e dal Signor Gesii Cristo AJTetto di Paolo pei Filipitesi, a motico della loro fedelta all’evangelo, 3 Io rendo grazie all’Iddio nlio^ di tutta la memoria che io ho di voi; 4 (Facendo sempre, con allegrezza, preghiera per tutti voi, in ogni mia orazione;) "001.3.20,600. iEs. 20. 12. <’Prov.22.fi. </ I Tim. 6. 1. 2. 1 Piet. 2. 18. * Col. 3. 26. /Ef. 2. 2. ^2Cor. 10. 4.» Luc. 12. 3.-j. 1 Piet. 1. 13.» Is. r/.). 17. 1 Tess. 5. 8. ’Is. 52. 7. ’" 1 Giov..’). 4. "Eh.!. 12. " Fat. 1. 2i). Col. i.:5. ^ 2 Cor. 5. 20. v Ef. 3. 1, e rif. "" 1 Cor. 1. 2.» Rom. 1. 7. ’ Col. I. 3. 947