Pagina:La Valle Seriana.djvu/7

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

BERGAMO.

(Vergamum — Bergomum — Berg-hem)1.


L’origine di Bergamo è remotissima. Catone e Plinio2 volevano che i Bergamaschi scendessero dagli Orobii; è certo però che 250 anni avanti G. C. essi vennero assoggettati a Roma e più tardi ottennero la cittadinanza romana. Molto soffrì Bergamo nelle invasioni barbariche e dovette piegare la fronte a tutte quelle orde immense che, come torrente furioso, si rovesciavano giù dalle Alpi verso le pianure del Po. Governata da un Duca (Ottone?) sotto i Longobardi, conquistata da Arnolfo re di Germania, arsa dagli Ungari chiamati da re Berengario, si resse nel IX secolo a comune libero e come tale entrò a far parte della Lega Lombarda

  1. Secondo Giustino la città di Vergamum (Bergamo) venne fondata dai Galli. Il Rota invece (Dell’origine e della storia antica di Bergamo) tenderebbe a provare che questa città è più antica di Roma, di Milano e di Cremona. Sempre secondo lui, la fondazione di Bergamo attribuire si deve ad una nazione celtica, anteriore all’invasione degli Etruschi. Berg-hem, continua lo stesso, fu la prima denominazione della città, equivalente in lingua celtica ad abitazione montana, tradotta poi dai Greci in Orobia. Ma G. Rosa, dimostrato prima che i vocaboli Berg-hem, non esistono nella lingua celtica, afferma che Bergamo deriva dalla voce germanica Berg (monte), hom, hem, heim (casa).
  2. Orobiorum stirpis esse Comum, Bergomum etc. (Plinio, libro iii, Cap. 17).