Pagina:La difesa della razza, n.1, Tumminelli, Roma 1938.djvu/27

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


Dall’incrocio tra contadini olandesi fissati in Africa e membri della tribù dei Boscimani è nata la famosa “Venere ottentotta”, qui fotografata. L’importanza che gli studiosi di antropologia attribuiscono a questo mostro di natura deriva dal fatto che esso rappresenta non un esempio eccezionale dei risultati a cui può condurre la pratica del meticciato, ma il campione più perfetto di un tipo umano, dotato di caratteri ereditari e quindi permanenti, che conta a centinaia i suoi esemplari. Nell’Africa del Sud, dove gli incroci tra Boeri e Boscimani si verificarono, questi esemplari formarono, nel secolo scorso, una minuscola società battezzata pomposamente dai suoi componenti col nome di “Nazione dei bastardi”.

Figura 3 - Cinese il padre, francese la madre, bastardo il figlio! Figura 4 - Una creatura dai tratti ibridi e volgari è il frutto dell’incrocio fra un cinese ed un’europea

Figure 5 e 6 - Ecco — ragazzi e adulti — i bastardi di Reoboth, discendenti dei coloni olandesi e delle donne ottentotte

17