Pagina:La madre (1920).djvu/130

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 120 —


«.... Or quell’uomo, del quale erano usciti i demoni, lo pregava di poter stare con luì. Ma Gesù lo licenziò dicendo:

«Ritorna a casa tua e racconta quante gran cose Iddio ti ha fatte....»

Poi tacque e ritirò la mano. La ragazzina, completamente calmata, aveva un poco rivolto il viso a guardare Antioco; nel silenzio si udiva più forte il susurro degli alberi e, più lontano, il picchio del tagliapietre.

Paulo soffriva. Neppure per un attimo avea creduto alla superstizione della vedova, che cioè la fanciulla fosse posseduta dal demonio: gli pareva dunque di aver letto senza fede il Vangelo: era il demonio suo interno quello che solo esisteva, e questo no, non se ne andava. Eppure egli s’era a un tratto sentito più vicino a Dio: «Che v’è egli fra me e te?» E gli pareva che quei tre fedeli, e la madre sua stessa inginocchiata dietro l’uscio della cucina, fossero piegati, non davanti alla sua potenza, ma davanti alla sua miseria.

Ma quando la vedova si abbassò, fino