Pagina:La scotennatrice.djvu/82

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
78 emilio salgari

dicare mia morte!... Venire corazzate anche dentro prateria, vedrai, piccola tigre!...

Dieci robuste braccia lo sollevarono di peso e lo portarono fuori della tenda intorno alla quale, attratti dal fischietto di guerra, si erano radunati cinquanta o sessanta indiani fra Sioux e Corvi, tutti armati di winchester e di tomahawak.

Il disgraziato inglese fu spogliato fino alla cintola, poi legato al tronco d’un albero la cui parte superiore era stata subito abbattuta con pochi colpi di scure.

Mocassino Rosso si era subito avvicinato, tenendo in mano un pentolino di terra cotta pieno di acqua rossastra ed una penna di tacchino selvatico.

— Che cosa fare tu, brigante? — chiese il lord. — Tu, uomo bianco, non avere vergogna di essere con questi brutti musi rossi?

— Io non sono più Sandy Hook, bensì Mocassino Rosso — rispose tranquillamente il bandito.

— Tu mentire!... Tu avere fatto vedere a me tua pelle bianca!...

— Ah, baie!... Vi siete ingannato, milord. Mio padre era un sakem degli Arrapahoes e mio nonno era una scimmia rossa.

— Brigante!...

Yes, milord.

— Voi non osare maltrattare suddito di Graziosa Regina.

— Io no, ma la sakem purtroppo sì, se non vi deciderete a parlare.

— Io detto già non sapere nulla.

— Tutti dicono così; anch’io farei altrettanto al vostro posto, per non tradire degli uomini appartenenti alla mia razza.

— Tu essere bianco, bandito!... Io avere veduto segno bianco!... Tu non essere rosso.

― Ma no, milord, io sono proprio rosso. Apritemi una vena e vedrete se il mio sangue non è rosso.

— Canaglia!... Tu deridere me!...

Yes, milord.

— Andare sulla forca, bandito.

— Oh, non ancora, milord. È troppo presto.

«State fermo un momento.

Prese la penna di tacchino intinta in quella miscela rossastra che empiva il vasetto, composta d’ocra e di grasso d’orso leggermente riscaldato, e tracciò sul petto nudo dell’inglese un bersaglio a tre giri e relativo centro.

Lord Wylmore aveva mandato un urlo di belva ferita.

— Canaglia!... Ladrone!... Io servire da bersaglio a questi banditi!... Io, un inglese!...

― Hanno servito tante volte anche i miei compatriotti... cioè i yankees senza protestare tanto — disse Sandy Hook, il quale pareva