Pagina:Landi - Vita di Esopo, 1805.djvu/158

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
144 D I   E S O P O

mi dai da bere, il mangiare lo trovarò da me. Quella conosciuta la sua malizia disse. Se io ti darò da bere, il mangiare tuo sarò io.

Sentenza della favola.

La favola significa un ribaldo, che con simulazione vuol tradire i semplici.


Delle Lepri. 83.


Le Lepri combattevano con l’Aquile, e chiamarono in ajuto le Volpi, le quali risposero: Non v’ajutaressimo, se non sapessimo chi voi siete, e con chi combattete.

Sentenza della favola.

La favola significa, che quelli i quali combattono con i più forti di loro, disprezzano la loro salute.


Della Formica. 84.


La formica fu un Contadino, che non contento delle sue proprie fatiche toglieva li frutti vicini. Giove sdegnato, per l’avarizia di costui, lo commutò in questo animale. Avendo egli mutato corpo, non mutò natura, perchè ancora va per li campi, e ruba le fatiche degli altri, e le nasconde.