Pagina:Latini - Il Tesoro, 1, 1878.djvu/106

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
34

rezza e de’ rei le tenebre. Li buoni angeli creò egli, e appressorsi a lui, e i rei creolli buoni, ma elli non si appressare a lui.

Dio fece tutte cose molto buone. Nulla cosa è ria per natura; ma se noi le usiamo malvagiamente, elle diventano rie. E così si cambia buona natura1.


Capitolo XI.


Qui dice come il male fu trovato.


Lo male fu trovato per lo diavolo, e non creato2, e perciò è egli nulla, perchè la cosa senza Iddio è nulla; che Dio non fece mai lo male. Ma gli eretici credono e dicono3 che Dio facesse il bene, il diavolo il male. E così credono che siano due nature, una di bene e l’altra di male.

Ma elli son ingannati per ciò che ’l male non è niente per natura, anzi fu trovato per lo diavolo, E ciò fu allora che l’angiolo ch’era buo-

  1. Ripete le medesime parole il verso di Dante Ed ha natura sì malvagia e ria (Inf. I).
  2. Il t non jìas créez. I mss. Fars. e Vis. hanno creato. Le stampe leggono e non innanzi.
  3. Credono manca al t ed al ms. Vis.