Pagina:Le dieci mascherate delle bufole mandate in Firenze il giorno di Carnovale l'anno 1565. Con la descrizzione di tutta la pompa delle maschere, e loro invenzioni, 1566.djvu/34

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
40

[versione diplomatica]

M A S C H E R A T A.   IX.

D E L L' I L L V S T R I S.  E T  E C C E L.

s i g n o r  p r i n c i p e.

di Firenze.


FV queſta di tutte l'altre più riccha, e piu uaga quanto era più ornata di lauori, e fornimēti naturali, & che realmente tali erano, quali ſi dimoſtrauano, ne apparenti, ne finti, e lauorati con arte grādißima. Erano finti ſei Tritoni del qual nome (come appreſſo i poeti ſi legge,) è chiamato il Trombetta di Netunno Iddio del Mare, di cui, e di Salatia Ninfa Marina era figliuolo i quali perſeguitauano Miſeno, detto da Vergilio nel. VI. delle Eneide, eſſere ſtato il Trombetta di Ettore, & quindi poi morto quello da Achille eſſerſi accoſtato a Enea; il quale Miſeno ſedeua in ſu la bufala con queſto habito, che qui appreſſo ſi dichiarerà, inſieme con gl'altri ſopradetti Tritoni.

Habito di Miſeno,


HAueua detto Miſeno in capo vn cappello di teletta d'Argento, fatto à guiſa di Elmo, e ricamato tutto con trine d'oro, adorno con maſcherette, e ſuolazzi di uelo d'oro, e la sua maſchera moſtraua di gridare. In doſſo haueua vn buſto increſpato di tela d'argēto, e le ſpal-


[versione critica]

M A S C H E R A T A.   IX.

D E L L' I L L U S T R I S.  E T  E C C E L.

s i g n o r  p r i n c i p e.

di Firenze.


FU questa di tutte l'altre più riccha, e piu vaga quanto era più ornata di lavori, e fornimenti naturali, et che realmente tali erano, quali si dimostravano, ne apparenti, ne finti, e lavorati con arte grandissima. Erano finti sei Tritoni del qual nome (come appresso i poeti si legge,) è chiamato il Trombetta di Netunno Iddio del Mare, di cui, e di Salatia Ninfa Marina era figliuolo i quali perseguitavano Miseno, detto da Vergilio nel. VI. delle Eneide, essere stato il Trombetta di Ettore, et quindi poi morto quello da Achille essersi accostato a Enea; il quale Miseno sedeva in su la bufala con questo habito, che qui appresso si dichiarerà, insieme con gl'altri sopradetti Tritoni.

Habito di Miseno,


HAveva detto Miseno in capo un cappello di teletta d'Argento, fatto à guisa di Elmo, e ricamato tutto con trine d'oro, adorno con mascherette, e svolazzi di velo d'oro, e la sua maschera mostrava di gridare. In dosso haveva un busto increspato di tela d'argento, e le spal-


le