Pagina:Le ferrovie economiche d'Europa.djvu/126

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
120


I vagoni pesano tonn. 3,15 e portano tonn. 4,5: sono lunghi da 5,m40 a 7,m20 e larghi 2,m07.

Le riparazioni dello locomotive costarono L. 0,12 al chilometro; quelle dei veicoli L. 0,015.

La trazione in complesso costò L. 0,50 per treno chilom.

Le spese di esercizio si scompongono come segue:

Anno 1865 Anno 1866 Direzione . . . .

9,4 Per % 8, 5 per l’0 Stazioni, traffico e loro riparazioni .

Trazione e riparazione delle locomo34,7 • 31,2 • ti ve 27, 1 »

22,8»

Riparazioni ai vagoni 4,6 • 4, 5 • Manutenzione di via e ponti . . .

21,2 »

,33, • 100 .

100 .

I macchinisti sono due e si pagano L. 5,70 al giorno per ciascuno; uno di essi fa anche da capo officina; vi sono inoltre uno scaldatore, 2 manovali e 4 operai.

Nelle stazioni intermedie, un uomo solo fa tutto, compreso il servizio delle barriere e del telegrafo; è pagato L. 800 annue oltre al fuoco, lume, alloggio ed un vestiario completo. Quando abbisogna di ajuto pei vagoni, prende gente all’ora, ,a si noti che col treno viaggiano tre agenti, il quale numero elevato di persone si mantiene appunto nello intento che ajutino nelle stazioni a far tutte le manovre o preparare il servizio merci, al quale effetto non solamente sono già lunghe le fermate nelle stazioni portate in orario, ma, se non bastano, si fanno anche più lunghe con poco riguardo ai viaggiatori.

Alla stazione principale di Hamar (che è un paese di 1000 abitanti) vi sono 3 impiegati e 7 od 8 manovali.

Per la manutenzione vi è un assistente, quattro capi squadra e 16 cantonieri, ossia uno per ogni 2500 metri di via.