Pagina:Le ferrovie economiche d'Europa.djvu/32

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
26


dello scartamento, colle quali si potrà meglio seguire l’andamento del terreno, e, se questo sia molto difficile, il risparmio nella costruzione può farsi rilevantissimo;

una corrispondente economia nelle dimensioni delle traversine e della massicciata, non che nelle opere d’arte ec.

Tuttavia si può ritenere aver la pratica dimostrato l’inopportunità di scendere ad uno scartamento minore di 1m,10, eccetto quando la scelta non sia più libera per altre ragioni particolari, oppure quando le difficoltà del terreno siano veramente tali che l’adozione di curve con 100m di raggio possa arrecare delle economie superiori allo scapito dell’esercizio; d’altra parte non converrà guari mai affrontare gl’inconvenienti di una discontinuità di scartamento, per un guadagno minore di 0,25; nemmeno in un’isola ancor vergine di ferrovie, perchè anchè ivi uno scartamento eguale a quello del vicino continente può sovente esser causa di vantaggi, come p. e. quando occorresse materiale ad imprestito od altro simile caso. Generalmente adunque si avrà a scegliere lo scartamento fra 1,10, ed 1,20.

Difficile sarà il caso in cui si potrà determinare a priori se convenga uno scartamento ridotto, e quale; a mio avviso, ogni volta che altre ragioni non abbiano pregiudicata la scelta, converrà fare almeno un doppio studio, dal quale emergerà in modo sicuro il partito migliore.

4.“ Ammesso lo scartamento ridotto, un’ulteriore economia nell’esercizio, oltre quelle segnate al n. 2, potrà aversi;

coll’abolizione dei respingenti laterali dei veicoli, adottando un’unica sbarra con una sola molla di trazione a repulsione, gl’inconvenienti di un tal sistema diminuendo appunto col diminuire della velocità, e specialmente colla riduzione dello scartamento;

con qualche risparmio sul conforto generalmente accordato a viaggiatori, specialmente in quanto alla larghezza ed all’altezza dei posti nelle vetture; poiché se non segue in istretta logica che in una ferrovia di binario ridotto i viaggiatori debbano stare più disagiati, in pratica avviene che l’occhio loro, avvezzandosi a dimensioni per cosi dire lillipuziane, fa ad essi meglio