Pagina:Le pitture notabili di Bergamo.djvu/83

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

79

di Crotacio, creato Duca di Bergamo da Probo Imperatore nel 280. di alcuni pezzi scanalati della quale è per la maggior parte composto il fuso della moderna; e veduta altresì quella antica e degna Pittura a fresco, dirincontro al Sagrato della suddetta Chiesa, dove si rappresentano i Reggenti del Venerando Consorzio seduti a trattare degli affari d’esso Pio Luogo, istituito nel 1363. con l’approvazione di Lanfranco Salvetti Vescovo; e lateralmente i SS. Alessandro in abito di guerriero, e Lorenzo (Opera che è stata deturpata, per avernela voluta, a titolo di più lungamente conservarla, velare tutta con colori a olio) entreremo nella dirimpetto insigne e maestosa Chiesa Prepositurale di

S. ALESSANDRO IN COLONNA.


XL.


LA di cui prima fondazione fatta dalla S. Principessa Grata in onore del detto Santo si riferisce all’anno 364. e fu piantata nel sito appunto, in cui fu egli decapitato. Dipoi fu riedificata sopra gli stessi fondamenti; finchè caduta, come si ha da una Lapida ultimamente scoperta, in cui si legge: Consortii ruit Ecclesia an. 1447. fu rialzata, indi consagrata da Lodovico Donato Vescovo, e verso il fine dello scorso secolo, e nel principio del corrente, fu rinnovata e perfezionata con disegno di1 Marco Alessandri Canonico nella forma in cui

  1. Questo cospicuo Soggetto oltre l’intima cognizione dell’Architettura Civile, possedeva il disegno, e l’Arte di colorire; come