Pagina:Le rime di Lorenzo Stecchetti.djvu/349

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

adjecta. 317


A poco a poco gli dèi rivissero,
     mentre i fantasmi giudei svanivano,
     e l’uomo, gittato il cilicio,
     44si sentì ancora signor de ’l mondo.

Te benedetto, per cui siam liberi,
     per cui siam grandi, torchio di Guttemberg!
     Benedetto il tuo sacro legno,
     48poi ch’egli vinse quel de la croce!