Pagina:Le rime di Lorenzo Stecchetti.djvu/480

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
448 adjecta.

POST PRANDIUM


     Le laudi del convito
canta l’adulatore
ed urla il parassito
4gli evviva al suo signore.

     Le donne han lo scaltrito
sguardo che finge amore
e sovra il sen fiorito
8il vezzo tentatore.

     Ma intanto la cervice
piega il signor trafitto
11neir anima infelice

     e l’occhio torvo e fitto
sovra la mensa, dice
14che il cor cela un delitto.