Pagina:Le rime di Lorenzo Stecchetti.djvu/503

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

adjecta. 471

NEL SETTECENTO


     Mormora l’arpa toccata in sordina
lento un motivo che par minuetto.
Lenta la dama danzante s’inchina,
4tutta eleganza, sussiego e belletto.

     Di nei segnata, la pelle argentina
manda un profumo sottil di zibetto:
sotto una nebbia di candida trina
8ansano i bianchi segreti del petto.

     Danza e sul molle tappeto trascina
la ricca vesta ed il pie piccioletto
11col portamento d’altera regina.

     Tutti scoraggia col rigido aspetto,
con l’occhio pieno di calma divina,
14e lo staffiere l’attende nel letto.