Pagina:Le rime di Lorenzo Stecchetti.djvu/548

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
516 adjecta.

?


     Dal ciel smorto,
dal piano freddo e grigio
3l’aria è fuggita
e della vita
non ride più vestigio.
6Tutto è morto!

     Ma improvviso
il ciel rifulge d’oro,
9gigli e colombe
copron le tombe
e germinan lo alloro
12e il sorriso;

     Tutto è in fiore
nel piano sterminato
15e tra le foglie
La Donna coglie
il fiore insanguinato
18dello Amore!