Pagina:Le rime di Lorenzo Stecchetti.djvu/61

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

postvma. 29

XI.



Nel sonno mio credei di rivederla
     Angel di paradiso
Coll’ali del color di madreperla
     Sfiorarmi il viso.

Era bianco vestita, e il crin disciolto
     Scendea sino ai ginocchi:
Luce d’amor pioveva dal suo bel volto,
     Pioveva dagli occhi.

Ahi, ma quando un sorriso errar le vidi
     Sulle labbra frementi,
Dissi: imago gentil, se mi sorridi,
     O sogno, o menti!