Pagina:Leonardo prosatore.djvu/101

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


IL CORPO UMANO.

O speculatore di questa nostra macchina, non ti contristare perchè coll’altrui morte tu ne dia notizia, ma rallegrati che il nostro Altore abbia fermo lo intelletto a tale eccellenzia di strumento.

Quad. An. Cr. II, 5 v.