Pagina:Leonardo prosatore.djvu/33

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


LO SCRITTORE1





Siamo dinanzi al fatto più unico che raro d’una mente che ora contempla il mondo come artista, ora lo analizza come sapiente; noi dobbiamo qui cogliere i momenti in cui l’analisi del sapiente si colora e allieta d’immagini, o s’avviva d’un’improvvisa commozione eloquente.

Al principio di questa prosa di carattere scienti-

  1. Addito qualche studio sulle prose del Vinci: G. Séailles, Leonardo de Vinci, l’artiste et le savant; Paris, Perrin, 1892, Cap. L’art dans la science; E. Müntz, Léonard, Paris, Hachette, 1899, Cap. sul trattato della pittura; R. Pantini, La poesia nella filosofia di Leonardo da Vinci, in Marzocco, 1899, n. 4; G. Mazzoni, Leonardo da Vinci scrittore, in Nuova Autologia, 1 genn. 1900; E. Solmi, Prefazione ai Frammenti letterari e filosofici di Leonardo, Firenze, Barbera (ultima ristampa, 1913), p. XXX sgg.; I. Del Lungo, Leonardo scrittore, in: Conferenze fiorentine su Leonardo, Milano, Treves, 1910.