Pagina:Leopardi - Canti, Piatti, Firenze 1831.djvu/54

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
48


     O miseri o codardi
Figliuoli avrai. Miseri eleggi. Immenso
Tra fortuna e valor dissidio pose
Il corrotto costume. Ahi troppo tardi,
20E ne la sera de l’umane cose,
Acquista oggi chi nasce il moto e ’l senso.
Al ciel ne caglia: a te nel petto sieda
Questa sovr’ogni cura,
Che di fortuna amici
25Non crescano i tuoi figli, e non di vile
Timor gioco o di speme: onde felici
Sarete detti ne l’età futura:
Poichè (nefando stile,
Di schiatta ignava e finta)
30Virtù viva spregiam, lodiamo estinta.

     Donne, da voi non poco
La patria aspetta, e non in danno e scorno
De l’umana progenie al dolce raggio
De le pupille vostre il ferro e ’l foco
35Domar fu dato. A senno vostro il saggio
E ’l forte adopra e pensa; e quanto il giorno
Col divo carro accerchia, a voi s’inchina.
Ragion di nostra etate
Io chieggo a voi. La santa