Pagina:Leopardi - La virtù indiana, manoscritto, 1811.djvu/17

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Al suo comando del Mogol il regno;

Ei strage non desia del rege il fine,
E del germe Regal solo è suo scopo.
85A ciò chi oppor si puote? il ferro indarno
Contro le ostili furibonde schiere
Lampeggierebbe in nostra man, di forze
Troppo il nemico, e di valor prevale
All’esercito imbelle, in cui riposta
90È la speme del volgo; inutil frutto
Sarian di ciò funeste stragi, e sangue,
E pianti, e grida, e luttuoso orrore.
Sol del Monarca il fato al nostro regno
Lo scampo arrecar può; per nostra mano
95Egli adunque cadrà vittima, e preda
D’inevitabil morte: ai Duci avversi
È palese l’arcano, e tutto a noi
Lice sperare, in nostra mano il freno
Sarà del regno tutto, e forse il giogo
100Scuoter potremo un dì... ma qual sul volto
Turbamento appalesi? e quale...