Pagina:Leopardi - La virtù indiana, manoscritto, 1811.djvu/51

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Perché confuso arresti?

Ibraimo.  (Oh dei! soccorso
Aita, oh cieli.)
Osnam.  E qual ti tinge il volto
Insolito pallor? quello non sei
Che con tranquillo aspetto e sangue, e morti
Mirar potesti, a cui de’ regi il fato
Ombra mai di pietà, d’orror, di tema
Destar non seppe in cuor? quell’alma invitta
Qual turbamento opprime?545
Ibraimo.  Osnam, deh taci,
Non rammentarmi il mio delitto, ah basti
Violata aver la fé, Nizam tradito;
Omai...
Osnam.  Che parli, infido? ah nò, de’ sacri
Augusti nomi d’onestà, di fede
Non abusar così; quello tradii,
Che il suo Signor tradì di fé mancai
A chi del Rege suo violò la fede
Rammenta il tuo delitto; i falli tuoi