Pagina:Leopardi - Puerili e abbozzi vari, Laterza, 1924.djvu/248

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
242 ii - versi frammenti e abbozzi

Pro Archia, fine, e De senectute, ecc. Invocazioni a Maria per la povera Italia. Fontane, alberi, ecc., sacri e atti a guarire, ecc., come le tre fontane a Roma fatte dal capo di san Paolo. Opinioni contadinesche, per esempio intorno a certe feste, ecc., come che il giorno dell’Ascensione non si muova foglia sull'albero né gli uccelli dal nido.

Apparizione di san Michele nel Gargano. Angeli custodi. Apparizioni degli angeli ad Abramo, a Tobia, ecc. ecc. ecc. Guerra loro coi demòni dalla Titanomachia d'Esiodo. Angeli e loro forze invisibili diffusi per tutte le parti del mondo. Azioni segrete degli spiriti animatori delle piante, nuvole, ecc. Abitatori degli antri, ecc. È fama, ecc., e tutto quel poetico che ha la superstizione nella materia degli spiriti e geni, ecc.

Noè nell'arca, diluvio, sua prima ubbriachezza. Abramo, Isacco, Giacobbe, ecc. Plutarco. Varie parti poetiche della Scrittura. Imitazione di Callimaco nel narrar questi fatti. «Incominciam d'allor» (di Maria, come Callimaco di Diana).

Inno al Redentore.


     Tutto chiaro ti fu sin da l'eterno
quel ch'a soffrire avea quest'infelice
umanità, ma lascia ora ch'io t'aggia
per testimonio singolar de' nostri
immensi affanni. O Uomo-Dio,
pietà di questa miseranda vita
che tu provasti, ecc.

Le antiche fole finsero che Giove, venendo al mondo, restasse irritatissimo dalle malvagità umane e mandasse (cosi mi pare) il diluvio. Era allora la nostra gente assai men trista, che 'l suo dolor non conosceva e 'l suo crudel fato, e ai poeti parve che la vista del mondo dovesse movere agli dèi più ira che pietà. Ma noi, già fatti cosi dolenti, pensiamo che la tua visita ti debba aver mosso a compassione. E già fosti veduto piangere sopra Gerusalemme. Era in piedi questa tua patria (giacché tu pure volesti avere una patria in terra) e doveva esser distrutta, desolata, ecc. ecc. Così tutti siam fatti per infelicitarci e distruggerci scambievolmente, e l'impero romano fu distrutto, e Roma pure saccheggiata, ecc.; ed ora la nostra misera patria, ecc. ecc.