Pagina:Lettere d'una viaggiatrice - Serao, 1908.djvu/291

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

lettere d’una viaggiatrice 284

torie, e nelle piccole, appare a tutte le finestre illuminate, circonda tutti i tavolini sui marciapiedi. È un continuo traboccare di vetture, di pedoni, di gente di ogni età: è l’apparizione di tutte le grandi signore, di tutte le grandi cortigiane, di tutte le grandi e piccole borghesi , è un’ora intensa, vibrante nella notte, in uno scenario fatato, in un trascorrere di mille, e mille attori, che sono anche spettatori: è la vera ora del boulevards, ove la vita di Parigi raggiunge la maggiore altezza di lusso, di eleganza, di ebbrezza!