Pagina:Lockyer - Astronomia, 1904.djvu/24

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
12 Prime nozioni di Astronomia.

ginatevi rappresentato dalla retta OA; per i vostri piedi passano due linee BOB’, COC’, la prima più convessa della seconda: da A voi gettate le visuali AB, AB’ tangenti alla prima linea, gettate ancora le visuali AC, AC’ tangenti alla seconda; le visuali AB, AB’ abbracceranno sulla prima linea un tratto BOB’ molto più piccolo del tratto COC’ compreso sulla seconda dalle visuali AC, AC’. E se questo tratto COC’, oltre all’essere già grandissimo, s’allargherà anche più per poco che sul punto O vi eleviate, voi potrete esser certo che desso appartiene ad un circolo di raggio lunghissimo.

In qualunque punto della superficie terrestre voi vi troviate, le apparenze sono ognora le stesse; i vostri piedi sono sempre sopra curve di una debolissima convessità, e la Terra, il cui contorno è circoscritto per ogni verso da simili curve, dev’essere quindi un corpo rotondeggiante di grandissima mole, o, con altre parole, un corpo poco diverso da una palla o da un globo.

13. Come si possa giungere a conoscere la grandezza della Terra, io non vel posso spiegare in questo piccolo libro1; vi posso però dire, che da



  1. Non mi par difficile dare, a chi conosce anche solo i principii elementari della geometria, una idea chiara dei procedimenti coi quali si riesce a determinare le dimensioni della Terra.
    Se si ammette ch’essa sia una sfera, basta, a risolvere il problema delle sue dimensioni, cercare il suo raggio; e poichè il raggio di una sfera è identico al raggio di ogni suo circolo massimo, e poichè ancora, data la lunghezza della circonferenza di un circolo massimo, ne è implicitamente dato il raggio, il problema in questione si riduce in ultima analisi a cercare quale sia la lunghezza della circonferenza di uno del circoli massimi della Terra.
    È impossibile misurare direttamente una tale circonferenza, ma per fortuna non è nemmeno necessario.

         In ogni circonferenza di circolo si hanno due elementi distinti: l’ampiezza angolare che è di 360 gradi, la lunghezza della circon-