Pagina:Macbeth.djvu/140

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

ATTO QUINTO 137

A tutti noi! - Toglietele d’intorno
Quanto offenderla possa, e mai di vista
Non la perdete. - Buona notte. - Ingombro
Di terrore ho lo spirto, e non ardisco
Dir ciò che penso.
(Partono.)

SCENA II
Campagna aperta. Di fronte una selva.
ANGUS, LENOX, Signori e Soldati nel fondo

angus
In mossa e non lontane
Son le inglesi colonne, ed hanno a duci
Il principe Malcomo, il suo valente
Zio Sivardo e Macduffo, a cui le vene
Un sacro foco di vendetta avvampa.
Tante offese mortali accumulate
Fur dal tiranno su costor, che l’ira
Potrebbero svegliar nel freddo petto
Di penitente anacoreta, e porgli
Nella destra il pugnale.
lenox
Ė quello il bosco
Di Birnamo; altra via non può condurli.
E così noi potremo agevolmente
Ricongiungerne a loro. - È col fratello
Donalban?

12°