Pagina:Manuale di economia politica con una introduzione alla scienza sociale.djvu/410

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
400 la popolazione [§ 87-89]

alcuni, se non vi si aggiunge anche il togliere ogni freno alle passioni; onde c’è chi si spinge sino all’asserire che l’uomo potrà cedere senza ritegno all’istinto sessuale, essendo tolto ogni timore che da ciò possa nascere il menomo inconveniente: ed il Fourier, più logico di altri, soddisfa allo stesso modo ogni istinto umano. Non manca chi, dando una forma pseudo-scientifica a tali fantasticherie, asserisce che l’uomo potrà cedere senza ritegno all’istinto sessuale, perchè questo andrà scemando col crescere delle attitudini intellettuali. Notisi che l’effetto rimane proprio lo stesso se nascono pochi figli: o perchè forte è l’istinto sessuale e gli uomini non vi cedono; o perchè è debole l’instinto, e gli uomini in nessun modo vi ripugnano; onde quel gran scalmanarsi è tutto per sapere se fra secoli e secoli certi atti saranno volontari o no. Chi ha tempo da perdere può seguitare a ragionare di ciò; noi volgiamo ad altro il discorso.

88. I fatti ora esaminati sono fatti psichici, fatti di opinioni, di dottrine; giova tosto aggiungere che quelle credenze e opinioni poco o nessun effetto hanno avuto sull’aumento effettivo della popolazione; onde parrebbe che questo fatto abbia operato su quelli, meglio che quelli su questo. Nella prima metà del secolo XIX, si predicava, in Francia, da scienziati e da uomini di Stato, l’utilità di restringere l’aumento della popolazione, il malthusianismo, e la popolazione cresceva; ora si predica la necessità di spingere all’aumento della popolazione, o la popolazione rimane stazionaria.

89. Il Malthus e le sue teorie1. — Il modo che


  1. In senso contrario al malthusianismo, veggasi l’opera del prof. Tullio Martello: L’economia politica antimal-