Pagina:MarinellaDellaNobiltàEtDell'EccellenzaDelleDonneEt.djvu/21

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


de Dante volendo dimostrare la diversità degli effetti della somma bontà disse nel suo Paradiso.

La gloria di colui,che'l tutto move
Per l'universo penetra,e rispende
In una parte più, e meno altrove

Si scoprono adunque non solamente nelle cose già dette diversi gradi di perfettione, ma in tutto quello, che nel mondo si trova. come nella diversità degli animali, animanti, et misti: tra quali alcuni più perfetti,et altri meno perfetti sono: tutti però dipendenti da una istessa causa. se adunque così è, come veramente è;perche non potrà essere la donna più nobile dell'huomo, havendo ella più rara,et eccellente idea di lui, come della natura sua manifestamente si può conoscere? della quale nel capo seguente io lungamente tratterò. sono le Idee, [Idea che cosa sia] secondo i Platonici, eterni essempi, et imagini delle cose, le quali come in proprio albergo sono nella mente della superna potenza avanti la lor creatione, et però Leone Hebreo ciò considerando chiamò le Idee precognitioni divine delle cose prodotte; percioche Dio avanti la creatione delle cose haveva l'imagini nella mente di quello, che egli voleva creare: ma io voglio darvi uno essempio, che s'avicini à questa natura dell'Idea più però che sia possibile chiaro. Fingiamo adunque, che un Pittore voglia dipingere la bella Venere, ò che uno Architettore voglia fabricare un bellissimo palagio, non è dubbio alcuno, che avanti, che il Pittore incominci