Pagina:Marinetti - Teatro.djvu/201

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


3ª voce

Era innamorata del poeta Serena!

4ª voce

Non è vero! Era una santa.

5ª voce

Se era una santa come mai andava d’accordo con quel demonio di Porpora?

6ª voce

È lui lo stregone che ha aizzato il Vulcano!

7ª voce

Maledetta gara del fuoco! A morte Porpora!

8ª voce

Dove si è cacciato quella canaglia? Certo ha una tana nel Vulcano.

9ª voce

A meno che non sia il Vulcano stesso fatto uomo.

10ª voce

Chi ci salverà dalla lava? Ha divorato venti villaggi. La prima colata è alle porte di Linguaglossa. Non si ferma piú. Anche Castiglione è perduto. Preghiamo Sant’Egidio. Santo Egidio, salvaci tu! Sant’Egidio, salvaci tu!

200