Pagina:Marinetti - Teatro.djvu/288

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


John Roll

Ho raccontato al governatore questo vostro paragone dei salvadanai. Mi ha risposto: All right! Ha ribevuto e ha fatto spedire un lungo cablogramma a Londra.

Mahmud

Signorina Perlina! (Silenzio) Non c’è. Dev’essere uscita con Floflò (Escono, richiudendo la porta del corridoio).

Musoduro

Perlina, guarda sotto la porta. I loro passi pesanti... appena nel corridoio... hanno perso il rumore. Ciò è inspiegabile. L’Inghilterra colonizzatrice e l’Africa politicante sono diventate imponderabili. Ma le luci persistono. E sono veloci. Corrono. Dove?

Perlina

Voglio rendermi conto. Vado io a vedere!

Musoduro

scattando in piedi, irrigidendosi come uno spettro di Lourdes, miracolato:

No! No! No!

Sipario


287